Carbossiterapia

Carbossiterapia

CARBOSSITERAPIA

Le microiniezioni di CO2 medicale

Caratteristiche:
Durata del trattamento: 15-20 minuti
Risultato: immediata
Durata effetto trattamento: 4-6 mesi
Degenza: non è prevista nessuna degenza
Medicazioni: NO, in quanto non si tratta di intervento chirurgico
Ripresa attività normali: immediata
Tecnica: somministrazione sottocutanea e intradermica
Anestesia: NO, non necessaria
Cicatrici: NO

Premendo su Invia, ci autorizzi al trattamento dei tuoi dati. Questi saranno da noi utilizzati esclusivamente per soddisfare la richiesta che ci hai inviato!

* Campo richiesto


PRENOTA ORA il tuo consulto

Cosa è

La Carbossiterapia consiste nella somministrazione sottocutanea di anidride carbonica (CO2) medicale, tramite microiniezioni localizzate con aghi sottilissimi, è una terapia sicura e priva di tossicità, in quanto questo tipo di gas viene normalmente prodotto dall'organismo sia a riposo che durante l’esercizio fisico.

La Carbossiterapia nasce in Francia nel 1930 dove venne utilizzata per la prima volta in persone con malattie a carico del sistema venoso.

La CO2 a determinate dosi, è in grado di stimolare la respirazione ed il sistema nervoso, mentre sulla circolazione è un buon vasodilatatore.

Il trattamento

L’applicazione del gas in modo controllato viene immesso nel tessuto sottocutaneo attraverso delle microiniezioni con sottili aghi monouso e sterili. Questo trattamento è effettuato esclusivamente in una struttura ambulatoriale medica e da medici specializzati. Si usa un apparecchio collegato ad una bombola di CO2 medicale che permette l’erogazione di gas in modo controllato, programmabile in funzione delle resistenze incontrate nei tessuti del paziente.

Utile nel trattamento di:

  • Insufficienze venose e linfatiche;
  • Disturbi caratterizzati da un'alterazione della microcircolazione;
  • Ulcere delle gambe;
  • Psoriasi;
  • Invecchiamento cutaneo (come trattamento coadiuvante);
  • Cellulite e adiposità localizzate;
  • Smagliature;
  • Cicatrici ipertrofiche;
  • Alopecia;
  • Fenomeno di Raynaud.

Pre post intervento chirurgico

L'intervallo fra una seduta e l'altra, così come il numero di sedute da eseguire dipendono sia dal tipo di patologia/inestetismo che si deve trattare, sia dalla risposta del paziente allo stesso trattamento.

Come agisce

Durante la somministrazione è evidente un “gonfiore” della cute, segno della notevole capacità di diffusione della CO2 cui segue un arrossamento temporaneo con senso di calore, segno dell'attività vascolare del gas.

Zone trattabili

Viso e corpo.

Risultati

Netto miglioramento della sintomatologia legata alla stasi venosa.

Rivitalizzazione delle aree cutanee.

Miglioramento della circolazione e dell’ossigenazione dei tessuti.

Miglioramento delle occhiaie.

Miglioramento dei piccoli capillari cioè delle teleangectasie.

Riduzione degli accumuli localizzati di grasso, che spesso sono associati alla sindrome cellulitica. L’introduzione di questo gas sottocutaneo svolge una duplice azione: da un lato vasodilata facendo scorrere nuovamente e più velocemente il sangue nei capillari che si erano lentamente chiusi, dall’altra aumenta il drenaggio veno-linfatico ed inizia la rottura delle cellule adipose ricomponendo il grasso in eccesso. Il sangue scorre così più velocemente, i tessuti ricevono più ossigeno, le tossine vengono smaltite e il grasso si riduce.

Vantaggi

Trattamento con livelli di sicurezza elevatissimi e non doloroso.